Mercoledì 08 Luglio 2009

Il PD: sulla mobilità cittadina
Pdl e Lega non sanno cosa fare

«Continuiamo a non capire quale sia la ricetta proposta dalla giunta Tentorio in merito al problema della mobilità in città». È quanto si legge in un comunicato stampa a firma del segretario cittadino del PD, Alberto Vergalli. «Poco o nulla è stato inserito nel programma elettorale e nelle linee di indirizzo esposte settimana scorsa dal Sindaco; la sensazione generale - continua vergalli- è una completa assenza di prospettive e di visione. Il vicesindaco e assessore alla mobilità Ceci mostra di sapere chiaramente solo ciò che non vuole: no alle ZTL, no alle zone 30, no alle piste ciclopedonali, ecc.. La priorità, come si evince anche dalle prime scelte concrete dell’amministrazione, sembra essere rimuovere quanto fino ad ora realizzato senza mettere in campo soluzioni alternative».

«Se le cose stanno così, la direzione di marcia è decisamente sbagliata. Le infrastrutture proposte (tram della valli o cittadino, collegamento ferroviario stazione-aeroporto, ma anche nodo di ponte secco, rondò delle Valli, ecc.) riprendono in copia carbone quando contenuto nel Piano della Mobilità presentato dalla Giunta Bruni, e rimane il dubbio di quale possa essere la peculiarità del centro destra in materiale di mobilità: si parla tanto della Tangenziale est, ma con scarsa convinzione, visto che si usano parole quali “formula esplorativa”…».

«In definitiva, - conclude Vergalli - l’impressione è che PDL e Lega non abbiano la minima idea di come affrontare la questione mobilità in città: nulla di originale, nulla di risolutivo. Se siamo in errore, lo vedremo nei prossimi mesi. Per il momento, ci auguriamo per la città di avere in futuro un assessore un po’ più propositivo e meno smantellatore».

a.ceresoli

© riproduzione riservata