Giovedì 09 Luglio 2009

Seconda «Notte on the Road»
Stavolta è il turno dei genitori

Dopo il buon successo della prima «Notte On the road» di sabato 4 luglio, che ha visto impegnati i nove ragazzi partecipanti al progetto pilota «On the road 2009», il prossimo fine settimana sarà la volta dei genitori, al fianco di autorità e istituzioni locali.

Una sperimentazione sul campo per vedere con i propri occhi lo svolgersi dei controlli stradali durante il weekend e prevenire, insieme alle forze dell’ordine, le tristemente famose stragi del fine settimana. Durante la notte di sabato 11 luglio, a partire dalle ore 22, oltre ai genitori, dovrebbero schierarsi «on the road» anche il questore Dario Rotondi e il prefetto di Bergamo Camillo Andrena, insieme ad altri rappresentanti delle istituzioni locali.

Il prefetto è anche coordinatore, oltre che un convinto sostenitore, del progetto, ideato per creare una cultura della sicurezza stradale. Inoltre l’iniziativa mira a ridurre le distanze tra gli utenti della strada, in particolare i più giovani, e le forze dell’ordine, di modo da infondere la consapevolezza che l’abuso di alcol e droghe è deleterio, soprattutto quando si è alla guida.

«Credo fortemente nella possibilità di creare un triangolo virtuoso tra polizia locale, giovani e genitori - afferma Camillo Andreana - per combattere la piaga degli incidenti stradali. Quest’ultimi sono uno spreco dell'esistenza assolutamente da evitare e, quindi, tutto ciò che si fa per combatterli, dalla sanzione all'educazione, è utile».

I padri e le madri che volessero partecipare alla speciale notte di controlli possono prenotarsi, fino a esaurimento posti, telefonando al numero 035.4127162. I genitori iscritti formeranno pattuglie insieme ad alcuni corpi di polizia orobici, al prefetto e al questore vivendo per qualche ora, a rotazione nei diversi posti di controllo sulle strade della Bergamasca, l’operatività notturna delle forze dell’ordine alle prese con autovelox, controlli, drug e alcol test.

Una possibilità concreta e istruttiva per costatare sul campo cosa accade «on the road» di notte e quanto sia fondamentale l’impegno di polizia, carabinieri e tutori dell’ordine. Per questa seconda «Notte on the Road» di sabato 11 luglio si invitano specialmente i genitori a fermarsi volontariamente ai posti di controllo per sottoporsi all’alcoltest: previsti omaggi a chi risulterà entro i limiti e, in più, utili gadget a chi risulterà completamente negativo alla prova.

Il bilancio della prima «Notte on the road» di sabato 4 luglio, che ha visto operativi gli studenti partecipanti all’iniziativa «On the road 2009», è senz’altro positivo. In particolare i nove ragazzi e ragazze delle scuole superiori coinvolti nel progetto hanno affiancato sul campo gli agenti svolgendo le loro stesse mansioni: il modo migliore per imparare che cosa significa la sicurezza stradale e non solo.

Durante la nottata una cinquantina di conducenti di mezzi, soprattutto giovani, si sono fermati volontariamente ai posti di controllo e, di loro spontanea volontà, si sono sottoposti ai test dell’alcol e degli stupefacenti. Tutti i volontari sono risultati idonei alla guida e, quindi, omaggiati di ingressi gratuiti presso la discoteca «Fluid» di Orio al Serio. I controlli sono poi proseguiti a ritmo serrato. Sabato scorso, in totale, sono stati 300 i veicoli fermati e 17 le patenti ritirate a causa del tasso alcolico superiore ai limiti consentiti.

Le immagini della precedente «Notte On the road», così come quelle che verranno girate sabato 11 luglio, si possono visionare sul sito internet www.ragazziontheroad.it attraverso la speciale web tv dedicata al progetto pilota, unico in Italia nel suo genere, creato da un format del giornalista Alessandro Invernici.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata