Venerdì 10 Luglio 2009

Ladro finisce in manette
si complimenta con gli agenti

Agli agenti che lo hanno raggiunto e ammanettato ha anche fatto i complimenti, perché erano riusciti a catturarlo rapidamente. Il protagonista è un 40enne già noto alle forze dell'ordine, catturato a tempo di record la notte scorsa dagli uomini della Questura dopo che aveva tentato un furto alla libreria Rossi, all'angolo fra via Paglia e via Paleocapa.

Era all'incirca l'1,30 del mattino quando è scattato l'allarme al Corpo di vigilanza Città di Bergamo: i vigilantes sono intervenuti e hanno trovato che la porta della libreria era stata danneggiata, probabilmente a martellate. Hanno chiesto aiuto al 113 e sono accorse le pattuglie delle Volanti.

Gli agenti, durante un rapido giro di controllo, hanno notato un uomo con le mani sporche di sangue fra viale Papa Giovanni e via Camozzi: lo hanno fermato e hanno visto che in un borsone aveva attrezzi da carpentiere. Così lo hanno ammanettato con l'accusa di tentato furto.

Secondo la Questura è probabile che il 40enne - noto anche come tossicodipendente - sia l'autore di un furto alla caffetteria di via Palma il Vecchio (nella notte fra il 6 e 7 luglio) dove erano state trovate alcune impronte. Ma potrebbe essere anche il ladro entrato in azione alla macelleria islamica di via Saurdi (notte fra l'8 e il 9 luglio) e in una lavanderia di passaggio San Bartolomeo (notte fra il 4 e 5 luglio).

r.clemente

© riproduzione riservata