Sabato 18 Luglio 2009

Tra Endine e Monasterolo:
strada riaperta, resta il cantiere

Sono in dirittura d'arrivo i lavori per la riqualificazione della frazione di San Felice al Lago, nel comune di Endine. Sabato 18 luglio, infatti, la strettoia che collega i comuni di Endine e Monasterolo è stata riaperta al traffico dopo cinque mesi di chiusura forzata: anzi l'apertura ufficiale è avvenuta nella serata di venerdì 17. Motivo di un'interruzione così lunga non solo la natura dei lavori (per la creazione di un parcheggio di oltre 1.000 metri quadrati per 28 auto e la pavimentazione del fondo stradale con lastre di porfido e sampietrini), ma anche le difficoltà oggettive riguardanti il maltempo di inizio primavera e le difficoltà economiche del mercato edilizio, fattori che non hanno giocato a favore di una pronta riapertura della strada il cui cantiere, in un primo momento, doveva essere completato entro l'inizio di giugno.

Tempistica a parte, i lavori (del costo complessivo di 475 mila euro, di cui 315 mila a base d'asta e 150 mila a disposizione dell'amministrazione) hanno portato comunque alcune novità anche per la circolazione dei veicoli nei pressi del piazzale della chiesa. Oltre all'eliminazione dei posti auto esistenti in piazza (con le auto che verranno ora posteggiate nell'apposito spazio in via Don Cavenaghi), la strada di fronte alla chiesa di San Michele ha subìto un restringimento, passando così a una sola corsia. A regolare il senso unico alternato saranno quindi i due semafori già esistenti alle estremità della strettoia, con l'apparecchio del Comune di Endine che dovrà essere spostato prima del piazzale e dell'inizio della nuova pavimentazione. I lavori quindi continueranno anche nelle prossime settimane, periodo durante il quale verranno terminate le attività di sistemazione del parcheggio.

Obiettivo dei progettisti è rendere meno trafficata la piazza San Michele che, con l'allargamento del sagrato della chiesa, potrà assumere la valenza di un luogo di ritrovo a due passi dalla passeggiata in riva al lago.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata