84enne aggredita in casa da rapinatore Legata e malmenata in Sant’Alessandro

84enne aggredita in casa da rapinatore
Legata e malmenata in Sant’Alessandro

Brutale aggressione sabato sera 18 luglio in un palazzo in pieno centro, a Bergamo, ai danni di un’anziana signora. La donna, 84 anni, è stata malmenata e derubata all’interno del suo appartamento, in un condominio di via Sant’Alessandro, al civico 72.

La donna, L. P., titolare di un noto negozio di abbigliamento nella stessa via dove risiede, è rimasta in balia del suo aggressore per quasi tre quarti d’ora. Il malvivente cercava soldi e gioielli, ma si è dileguato con i pochi monili che la signora aveva indosso, dopo averla picchiata e minacciata di morte.

La signora è stata sorpresa sulle scale, intorno alle 18,30. Giusto il tempo di mettere la chiave nella serratura, aprire la porta di casa, e il suo aggressore l’ha spinta con forza dentro l’appartamento. Lì è iniziato l’incubo. La donna non ha avuto nemmeno il tempo di gridare.

La rapina in via Sant’Alessandro

La rapina in via Sant’Alessandro
(Foto by Beppe Bedolis)

Il malvivente, che, stando al racconto della negoziante, aveva il volto coperto da una bandana e parlava italiano, senza accento particolare, l’ha immobilizzata legandole i polsi con del filo di ferro, e ha iniziato a mettere a soqquadro l’intero appartamento.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola domenica 19 luglio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA