Giovedì 13 Agosto 2009

Morengo, va in caserma per denunciare
Esce con una denuncia per clandestinità

Si presenta ai carabinieri per denunciare la violenza di un vicino di casa e viene denunciato dai militari dell'Arma per il reato di clandestinità.
Protagonista della vicenda è un marocchino di 33 anni, E.M., dichiaratosi muratore, in Italia ormai da qualche tempo insieme alla famiglia, con la quale vive in un appartamento di Morengo.

L’uomo - giunto in caserma - era sprovvisto di permesso di soggiorno e documenti di identità. Nel condominio dove abita ha avuto un litigio con un connazionale per futili motivi: dalle parole i due sono passati ai fatti, e sono volati schiaffi. Il marocchino, sentitosi dalla parte della ragione, si è recato alla caserma dei carabinieri di Romano con l’intenzione di denunciare il vicino. Ma a un certo punto il carabiniere gli ha chiesto i documenti d’identità e il permesso di soggiorno. Sorpresa da parte dell’extracomunitario, che ha ammesso di non avere quanto richiesto dal militare. Per il 33enne è scattata la denuncia e l’ordine di presentarsi in Questura.

e.roncalli

© riproduzione riservata