Mercoledì 19 Agosto 2009

Sicurezza sul lavoro e nei cantieri
In Università arriva un master

Non bastano i controlli per rendere un cantiere sicuro, ma serve una cultura condivisa da far crescere fuori e dentro il cantiere. È su questo che vogliono lavorare gli esperti del Centro di ricerca interdisciplinare di Scienze umane, della salute e malattia dell’Università degli studi di Bergamo con la costituzione del master di primo livello per «Esperti in processi di formazione e di sviluppo della sicurezza», il primo di questo genere in Lombardia.

L'iniziativa è patrocinata dall’Asl di Bergamo e dall’Inail, che hanno messo a disposizione delle borse di studio, e dall’Aifos, Associazione italiana formatori sicurezza, dai sindacati Uil, Cisl e Cigl.

Un master nato sulla scorta dei risultati di una ricerca qualitativa commissionata dal Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro (Psal) dell’Asl di Bergamo all’Università e che ha visto la partecipazione attiva anche del Comitato Paritetico Territoriali e Artigiani e dell’Inail.

Trentacinque i posti disponibili aperti anche ai giovani con competenze universitarie in campo educativo.

Per maggiori informazioni e l’iscrizione è possibile consultare il sito Internet dell’Università di Bergamo, nella sezione master e corsi di perfezionamento (www.unibg.it).

a.ceresoli

© riproduzione riservata