Lunedì 24 Agosto 2009

«Sì, i treni fermano ad Arcene
ma dovrò usare ancora l'auto»

«Purtroppo, dopo la pubblicazione degli orari del servizio sperimentale della linea Treviglio-Bergamo (a partire dal 07 Settembre 2009), ho dovuto constatare che ancora una volta le promesse fatte vengono meno e che le dichiarazioni rilasciate a gran voce, altro non fanno che pubblicizzare un servizio apparente».

Inizia così la lettera di un nostro lettore che abita ad Arcene e che da dieci anni va in auto fino a Verdello per prendere il treno. Una volta appreso che da settembre sarebbero state attivate le stazioni intermedie di Stezzano, Levate e Arcene, si è informato: scoprendo però che ... dovrà continuare a usare la macchina.

«Il primo treno utile da Arcene per Verdello - spiega nella lettera - è alle ore 7.38 e fino alle ore 9.16, non c’è un treno utile per Bergamo, Vorrei solo pensare a quegli impiegati, studenti e operai il cui orario di lavoro impone loro di essere presenti già dalle ore 8.00 (e magari non hanno la loro sede di lavoro/studio a pochi minuti dalla stazione e/o magari “vorrebbero” usufruire di altri mezzi pubblici per raggiungerla)».

«Ma la maggior beffa di tale orari - continua - sta nel fatto che chi usufruisce del servizio per salire a Bergamo non potrà usufruire del servizio per il percorso inverso, in quanto dalla stazione di Bergamo, dopo le ore 16.17, il primo treno utile per Arcene è alle ore 18.39».

«Fermo restando - chiede a chi ha preparato gli orari - che non tutti fanno orari part-time o che lavorano negli uffici pubblici, ma che la maggior parte dei pendolari fa orari di lavoro compresi dalle 8/8.30 alle 12/12.30 e dalle 13/13.30 alle 17/17.30 quali solo gli orari di punta da voi considerati per migliorare il servizio?».

r.clemente

© riproduzione riservata