Venerdì 28 Agosto 2009

Summer School a San Pellegrino
Tre giorni all'insegna della scienza

I ragazzi lombardi riscoprono la matematica e la fisica. Sono cento i giovani «Einstein» di quarta e quinta superiore pronti ad affrontare alla Summer school tre giorni d’immersione totale in conferenze e laboratori interattivi su numeri, dimostrazioni e esperimenti conditi da economia, informatica, astronomia, letteratura, arte, detective stories, giochi e quiz, in compagnia dei grandi matematici e fisici di tutti i tempi.

La scuola estiva, alla quarta edizione, dal titolo «Incontriamo la matematica e la fisica», si svolgerà da lunedì 7 settembre fino a mercoledì 9 settembre. Quest’anno abbandona la sua collocazione storica del Casinò, chiuso per ristrutturazione, per venire ospitata sempre nel centro di San Pellegrino Terme, in provincia di Bergamo, ma all’Hotel Bigio (via Matteotti, 2).

Gli istituti superiori della Lombardia hanno fatto a gara per far partecipare i loro migliori studenti a questo importante evento di formazione, orientamento e divulgazione scientifica. L’iniziativa ha riscontrato un grande successo, a tal punto che vi parteciperanno cento ragazzi, accompagnati da 33 loro insegnanti, provenienti da 28 istituti superiori lombardi tra licei, tecnici e professionali.

Si confronteranno con scienziati e ricercatori di prestigiosi atenei italiani. A San Pellegrino approfondiranno le loro conoscenze prima dell’inizio delle lezioni, fissato nelle scuole lombarde al 14 settembre. Andranno alla scoperta degli infiniti e affascinanti legami tra la scienza e la vita quotidiana, si faranno un’idea più chiara delle facoltà scientifiche in vista della futura scelta universitaria, e individueranno anche gli sbocchi lavorativi grazie all’importante appoggio delle istituzioni sul territorio.

Evidenzia Luigi Roffia, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Bergamo: «L’iniziativa sta diventando una tradizione nel panorama formativo orobico e lombardo, trasmette passione e muove curiosità tra i ragazzi verso territori scientifici immensi e affascinanti, evidenziandone anche i legami più pratici con la vita di ogni giorno. La nostra vita, i nostri gesti quotidiani sono tutti processi matematici, se si riesce a farlo capire il gioco è fatto. Questo è il segreto del successo sempre più crescente della scuola estiva che, unica in Lombardia, fa lavorare studenti e insegnanti insieme in matematica e fisica. Discipline ambite dal mercato del lavoro, anche se le lauree scientifiche in tutta Europa negli ultimi anni hanno subito un calo di iscritti. Di recente, però, in Lombardia si sono registrati segnali di ripresa. Tutti i giovani alle soglie dell’università devono essere consapevoli che le facoltà scientifiche sono facoltà chiave per lo sviluppo e aprono ampi orizzonti. I ragazzi, se vogliono, possono avere un grande ruolo in questo scenario».

L’iniziativa è sostenuta dall’Ufficio scolastico regionale per la Lombardia nell’ambito delle attività di orientamento verso le lauree scientifiche, ed è organizzata dall’Ufficio scolastico provinciale di Bergamo in collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo con il proprio Centro per la didattica della matematica e le sue applicazioni (MatNet), Mathesis di Bergamo, Associazione nazionale insegnanti di matematica (AniMat) di Bergamo, Associazione per l’insegnamento della fisica (Aif) di Bergamo, Sinapsi, BergamoScienza, la Provincia di Bergamo e la Fondazione Livia Tonolini. Inoltre hanno contribuito la Comunità montana Valle Brembana, l’Istituto professionale di Stato per i Servizi alberghieri e della ristorazione (Ipssar) di San Pellegrino Terme, e Tecnograph s.r.l. di Bergamo. Il patrocinio dal Comune di San Pellegrino.

Sono 28 le scuole partecipanti: 16 da Bergamo e provincia, 12 da altre province lombarde.
Bergamo città: liceo classico “Paolo Sarpi”, liceo scientifico “Filippo Lussana”, liceo scientifico “Lorenzo Mascheroni”, Itis “Pietro Paleocapa”, Istituto superiore “Sant’Angela Merici”, Istituto superiore “Suore Sacramentine”.
Bergamo provincia: liceo scientifico “Edoardo Amaldi” di Alzano Lombardo, Alberghiero di San Pellegrino Terme, Istituti superiori “David Maria Turoldo” di Zogno, “Luigi Einaudi” di Dalmine, “Serafino Riva” di Sarnico, “Valle Seriana” di Gazzaniga, “Majorana” di Seriate, Istituto superiore di Presezzo, Liceo Scientifico “Federici” di Trescore, Istituto superiore “Pacati “ di Clusone.
Lecco: liceo scientifico “Maria Gaetana Agnesi” di Merate.
Lodi: liceo scientifico “Giovanni Gandini”, Itis “Alessandro Volta”, Itcg “Agostino Bassi”.
Milano: Istituto tecnico per attività sociali “Giulio Natta”, liceo scientifico “Einstein”, Itg “Primo Levi” di Seregno, Itsos “Marie Curie” di Cernusco sul Naviglio.
Pavia: liceo scientifico “Copernico”, liceo scientifico tecnologico “Alfieri Maserati” di Voghera.
Varese: liceo scientifico “Leonardo Da Vinci” di Gallarate, Itis “Ludovico Geymonat” di Tradate

m.sanfilippo

© riproduzione riservata