Domenica 13 Settembre 2009

Monasterolo: operazione fondali puliti
Recuperati copertoni, sedie e bottiglie

Una decina di sommozzatori della Ysei Sub Diving Club di Iseo sono scesi domenica 13 settembre nelle acque del lago di Endine per dare vita alla prima delle tre giornate della rassegna «Fondali Puliti 2009», la manifestazione organizzata dal Consorzio per la gestione associata dei Laghi d'Iseo, Endine e Moro volta a valorizzare e mantenere nel miglior modo possibile gli ambienti di acqua dolce della Val Cavallina e del Sebino.

Meta di questa prima operazione di pulizia (che si svolgerà anche a Sarnico il 26 settembre e a Lovere il 10 ottobre) il litorale antistante la Casa del Pescatore di Monasterolo del Castello, ossia una delle spiaggette più frequentate da turisti e pescatori nel corso della bella stagione. E nei circa 250 metri quadrati di fondali ispezionati i sommozzatori hanno recuperato una relativamente piccola quantità di materiale: una ventina di vecchi copertoni (staccatisi presumibilmente dai vecchi pontili), una sedia di plastica, qualche secchio e le immancabili bottiglie di vetro, due delle quali ancora perfettamente imbottigliate.

«Sicuramente la valorizzazione e la cura del lago sarà in cima alle agende politiche dei paesi rivieraschi - afferma Sergio Buelli, presente alla manifestazione non solo come sindaco di Ranzanico ma anche come rappresentante del Consorzio Laghi -. Proprio per questo cercheremo di dare un seguito a questa giornata, magari inserendola in un periodo in cui anche le scolaresche potranno partecipare».
Nel frattempo tra qualche settimana saranno pronti i cartelli segnaletici dell'Asl di Bergamo, che andranno a indicare le eventuali aree non balneabili e i punti dove sono stati effettuati i rilievi dell'acqua.

Per quanto riguarda le prossime iniziative legate alla promozione del lago, invece, il 26 settembre a Ranzanico si svolgerà la «Giornata del verde pulito», con i volontari e i bambini delle scuole che si occuperanno della pulizia delle aree verdi del litorale.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata