Mercoledì 16 Settembre 2009

Calvenzano, parto in casa per 26enne
Il marito, in linea col 118, la assiste

Era a casa quando le sono arrivate le prime contrazioni. Immediatamente ha capito che era arrivato il momento di partorire, ma il marito è arrivato a casa dal lavoro solo dopo 25 minuti quando ormai la piccola Melissa stava nascendo. Parto in casa a Calvenzano: intorno alle 15.50 D. B., bergamasca di 26anni alla prima gravidanza e alla 39esima settimana, ha dato alla luce la sua bimba. La giovane, che fa la casaliga, stava guardando la tv sul divano quando, intorno alle 14.30, ha sentito le prime contrazioni.

Alle prime macchie di sangue si è allarmata e ha telefonato al suo ginecologo che l'ha sollecitata a raggiungere l'ospedale. La donna ha quindi telefonato al marito, un falegname di 35 anni che ha però impiegato circa 25 minuti prima di rientrare a casa. A quel punto la bimba stava nascendo ed era impossibile trasportare la mamma in automobile. L'uomo ha quindi chiamato il 118 e un'ostetrica ha assistito telefonicamente la coppia per tutto il parto.

In circa 5 minuti Melissa è nata senza alcuna complicazione sul pavimento del bagno di casa. I genitori, senza tagliare il cordone ombelicale, l'hanno avvolta in alcuni asciugamani puliti e nel frattempo un'ambulanza ha raggiunto la coppia e la neonata. Mamma e bimba sono state poi trasportate all'ospedale di Treviglio dove sono ora ricoverate in buone condizioni: Melissa pesa 2 chili e 800 grammi ed è lunga 45 centimetri.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata