Martedì 22 Settembre 2009

Il pacchetto sicurezza non funziona
Due clandestini sfuggono al giudice

Il «pacchetto sicurezza» ha le maglie troppo larghe. Nato per mettere una stretta alla clandestinità, di fatto non ha ancora sortito gli effetti desiderati. Almeno a Bergamo. I primi due extracomunitari clandestini che avrebbero dovuto fare la loro comparsa davanti al giudice di pace, infatti, questa mattina non si sono visti.
Il nuovo «pacchetto», che equipara la clandestinità a un reato, prevede una sanzione amministrativa da 5.000 a 10.000 euro. I clandestini non possono inoltre essere trattenuti per oltre 24 ore.

I due erano stati fermati in via Paglia nei pressi di un locale pubblico. Ad entrambi era stato consegnato l'avviso di presentarsi davanti al giudice di pace. Ovviamente i clandestini non si sono mai presentati. Fra l'altro né il difensore, né il giudice di pace avevano ricevuto la notifica degli atti. Così il processo è stato rinviato a novembre. Con aggravio di costi per la macchina della giustizia, con esito scontato del procedimento e con la matematica certezza che i due clandestini si saranno già dileguati, magari in qualche altra città.

e.roncalli

© riproduzione riservata