Aerei, da giovedì la nuova rotta
Consumatori: serve trasparenza

Aerei, da giovedì la nuova rotta Consumatori: serve trasparenza

Partirà giovedì 24 settembre la sperimentazione della nuova rotta «antirumore» per gli aerei che decollano da Orio al Serio. Per sei mesi, l'85% circa dei velivoli che partono in direzione della città effettuerà una virata anticipata rispetto a quella attuale, in modo da sorvolare l'autostrada. L'obiettivo è verificare se, come risulterebbe dalle stime teoriche, questa nuova traiettoria sia in grado di ridurre l'impatto acustico dei voli sui quartier sud della città.

Alla vigilia dell'avvio della sperimentazione, Federconsumatori interviene chiedendo «chiarezza»: «Federconsumatori saluta con favore ogni iniziativa volta a ridurre l’inquinamento acustico - è la premessa -, a patto che ci sia chiarezza su alcuni punti. I cittadini hanno il diritto di sapere: a) cosa significa esattamente minimizzare l’impatto..; b) quanto durerà la sperimentazione; c) quale è l’ente che garantirà la veridicità dei dati che dovranno essere monitorati; d) a quando si vorrebbero modificare anche le rotte di decollo che non si dirigono a ovest».

«Si vorrebbe sapere - prosegue la nota - se “minimizzare” possa significare “spostare” il rumore dalle contestazioni di cittadini già esasperati a cittadini che dovranno esasperarsi. Riteniamo inoltre doveroso da parte della Commissione Aeroportuale che gestirà (si presume) il progetto, indicare chi sono i verificatori che certificheranno l’esito della sperimentazione. Vista l’attesa che il progetto di mitigazione acustica ha ingenerato nella gente, si vorrebbe sapere quali siano i tempi ipotizzati per intervenire su tutto il territorio coinvolto dalle diverse rotte di partenza. Data l’importanza dell’iniziativa si auspica la massima attenzione e vigilanza da parte delle autorità cittadine a tutela di chi subisce, e di chi si troverà a subire, il disagio causato dal notevole traffico aereo che coinvolge Bergamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA