Martedì 29 Settembre 2009

Nuova avventura per Merelli
Con Marco Zaffaroni sul Cho Oyu

«Sono in cima, sono in cima! Mario è arrivato alle 9.30 (ora nepalese, ndr), Marco verso le 11, stanno bene!!! Sono partiti dal campo 2 verso mezzanotte, il tempo era brutto, ma poi si è rimesso al bello». Con queste parole ecco compiuta una nuova avventura: il bergamasco Mario Merelli e l'amico milanese Marco Zaffaroni hanno raggiunto la vetta del Cho Oyu, sesta montagna della Terra grazie ai suoi 8.201 metri.

Lo stesso Merelli è riuscito raccontare l'incredibile esperienza, telefonando via satellite: «È stata lunghissima. La nostra tenda a campo due era a circa 7100 metri, qui sono 8201, tanta strada!!! Ma stiamo bene, siamo qui con un amico austriaco, ora riposiamo un po’ e poi iniziamo a scendere. Il tempo è stupendo qui in alto, ma intorno si vedono solo le cime superiori agli 8000, Everest, Lhotse, Shisha Pangma, il resto è nelle nuvole…». Poi la dedica: «Dedico questa cima a Mireia, mia futura moglie, e a Silvio Mondinelli, perché è anche grazie a lui che sono qui, da lui ho imparato tante tante cose - poi aggiunge -. Marco dedica la cima agli amici che non ci sono più e alla sua splendida bambina, la vita che prosegue».

Parole ricche di emozioni. Ora ai due aspetta la discesa, probabilmente fino al Campo 1.Per Merelli, al ritorno, un'altra avventura, di tutt'altro tipo: il 28 novembre è infatti in programma il matrimonio con Mireia.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata