Martedì 06 Ottobre 2009

E spunta la prima lista:
in corsa l'orafo Francesco Testa

A Sorisole si stanno già facendo avanti alcuni cittadini pronti a mettersi in gioco alle prossime amministrative. Fra questi c’è Francesco Testa, orafo di Petosino, che annuncia di aver formato una lista civica che concorrerà alle prossime elezioni, con una caratteristica assoluta: gli amministratori non riceveranno nessun compenso. Per quanto riguarda il sindaco l'ammontare è di circa 50mila euro. Un ulteriore risparmio di 50mila euro si avrebbe dagli assessori esterni che Testa non intende nominare. I 100mila euro così risparmiati saranno reinvestiti sul territorio per interventi di solidarietà.

«La scelta di destinare gli stipendi degli amministratori alla sfera solidale è fondamentale – continua Testa – è alla base dei principi cristiani che ci rende una vera comunità, la cifra supererebbe le cento mila euro annualmente».

«Ho sempre seguito la vita amministrativa e politica del mio paese nel dettaglio - spiega Testa -. Voglio dare un segnale nuovo nella gestione del bene pubblico del mio comune. Il coinvolgimento della comunità nelle scelte più importanti è stato assente, come la decisione di aprire un centro commerciale e cementificare un’ampia area verde. I veri bisogni della comunità non sono tenuti in considerazione e la popolazione non è ascoltata».

Francesco Testa che ha già individuato le linee guida del suo programma e ha trovato l’appoggio di alcuni collaboratori di fiducia. In particolare ha l’obiettivo di investire nel settore sociale, abitazioni a prezzi agevolati per le giovani coppie, un ufficio dedicato alla solidarietà che provveda a fornire un conforto ai residenti che si trovano in difficoltà, la possibilità per i giovani studenti di lavorare i mesi estivi nelle attività commerciali del paese o destinare appezzamenti di terreno comunale ai pensionati per realizzare il proprio orto.

«Le proposte da parte dei partiti politici di una mia candidatura, sono stati parecchie in tanti anni vissuti a Sorisole - aggiunge Testa -, con ruoli anche di spicco, ma ho sempre rifiutato convinto che non avessi le potenzialità di ricoprire posti di questo genere. Nella vita ho sempre deciso di fare quello che sono certo di saper far bene. La decisione di tentare di risolvere i problemi della mia comunità è una nuova scommessa».

e.roncalli

© riproduzione riservata