Giovedì 08 Ottobre 2009

Finto badante marocchino
ricettatore di auto nel Cremonese

Ufficialmente si manteneva come badante, ma in verità ricettava auto. È coinvolto anche un marocchino residente a Filago in una vicenda di ricettazione scoperta nel Cremonese. Due uomini, l'immigrato e un imprenditore di Rivolta d'Adda, ricettavano auto rubate, le smontavano e rivendevano i pezzi di ricambio in Italia e all'estero. I due responsabili di questo traffico illecito sono stati arrestati dai carabinieri e rinchiusi nel carcere di Cremona.

L'operazione è scattata nel pomeriggio di mercoledì 7 ottobre dopo giorni di verifiche e appostamenti. Nel capannone in affitto alle porte di Agnadello, nel Cremonese, sono stati trovati componenti per vetture in quantità. L'inventario è ancora in corso, ma il valore del materiale posto sotto sequestro è stato stimato in centinaia di migliaia di euro.

Con l'accusa di ricettazione sono quindi finiti in manette il titolare dell'attività, I.S., di 27 anni, e il marocchino di 23, H.E.B., residente a Filago. In Italia ufficialmente come badante, è stato trovato all'interno dell'officina.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata