Mercoledì 21 Ottobre 2009

Pedofilia on line, polizia bergamasca
in azione: 3 arresti, tra cui uno psicologo

È coinvolta anche la Bergamasca nell'operazione contro la pedopornografia on line svolta dalla Polizia postale del Compartimento Piemonte e Valle d'Aosta. A collaborare alle indagini, che si sono svolte su tutto il territoio italiano, anche la polizia di Bergamo, oltre a quella di Bari, Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Roma, Trento, Trieste, Venezia, ma anche Como, Lecce, Modena, Padova, Pistoia, Udine, Varese e Verona.

L'operazione ha eseguito 3 arresti e 26 perquisizioni domiciliari. Tra gli arrestati c'è uno psicologo che prestava la sua attività all'interno di istituti scolastici e che insegnava educazione fisica per conto di un'associazione di genitori e due studenti universitari, di cui uno già tirocinante presso una struttura ospedaliera locale.

«I provvedimenti - precisano gli investigatori - scaturiscono da un'intensa attività investigativa, a seguito della quale sono stati identificati numerosi soggetti tutti residenti nel territorio italiano che risultavano avere eseguito download di file di carattere pedopornografico e nei confronti dei quali sono state acquisite evidenze probatorie certe». In particolare, la polizia postale, elaborando moltissimi dati pervenuti dai colleghi tedeschi ed utilizzando complesse applicazioni software, ha ottenuto una articolata lista di soggetti dediti alla pedopornografia on line. Tra gli indagati, infine, alcuni in passato erano stati destinatari di analoghi provvedimenti ed uno di essi, in particolare, era già stato arrestato in Sri Lanka.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata