Mercoledì 21 Ottobre 2009

Treviglio: quattro cinesi denunciati
Sfruttamento immigrazione clandestina

Tre cinesi irregolari in Italia e il proprietario della ditta, che peraltro era regolarmente costituita, sono stati denunciati dai carabinieri di Treviglio che hanno effettuato martedì un blitz in un capannone della zona industriale.

I militari hanno fatto irruzione all'interno di un laboratorio in cui si fabbricano materassi e hanno scoperto tre asiatici, tutti clandestini, che stavano lavorando in nero. Il gruppetto viveva lì in condizioni igienico-sanitarie molto precarie, mangiando e dormendo nello spazio un tempo occupato dagli uffici dell'azienda precedente.

I tre irregolari, uno di 46 anni, uno di 36 e uno di 21, sono stati sottoposti a fermo per l'identificazione e per loro è scattato il provvedimento di espulsione. Il proprietario, P. J. di 55 anni, del laboratorio è stato denunciato per il reato di favoreggiamento e sfruttamento dell'immigrazione clandestina.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata