Venerdì 06 Novembre 2009

Mercatino dell'usato a Monterosso
Sabato si rinnova «San Martino»

Sabato 7 novembre si terrà al Monterosso di Bergamo il mercatino dell'usato. Dalle 14.30 sarà possibile rovistare tra i banchetti di piazza Pacati a caccia di giocattoli, elettrodomestici, indumenti, libri e dischi usati. In questo modo i residenti del quartiere si danno appuntamento per portare in piazza il proprio usato che, ancora in buone condizioni, potrebbe servire ad altri.

Anziché buttare via le vecchie cose è possibile trascorrere un pomeriggio insieme nella piazza del quartiere per vendere, regalare o barattare. L'iniziativa, patrocinata dalla Circoscrizione III del Comune di Bergamo, è a cura dell'Associazione ProPolis, in collaborazione con Infanzia&Città, I Rioli, Uildm, Spazio Autismo e Gruppo Tempo Libero.

Riprende la tradizione lombarda del «fare san Martino». Nei secoli scorsi infatti, in pianura Padana, la popolazione contadina terminava l’anno lavorativo all’inizio di novembre dopo la raccolta del grano e la vendemmia. Qualora il proprietario della terra o della cascina non avesse rinnovato il contratto al bracciante o al mezzadro, questi ultimi erano costretti a cambiare casa per andare con tutta la famiglia a lavorare da un’altra parte.

L’11 novembre, quindi, braccianti e mezzadri senza contratto raccoglievano i loro averi e lasciavano o vendevano ad altri ciò che non potevano portare con sé, oppure acquistavano qualcosa che poteva servire per il viaggio, facevano cioè «San Martino», come si dice in Bergamasca.

Quel giorno i paesi erano animati dai carri scricchiolanti, carichi di roba che le famiglie traslocando portavano via e, per chi si affacciava alla finestra, la vita tra le case era tutta un brulicare di gente che caricava e scaricava merci, di famiglie che si aiutavano tra loro per preparare i carri. Dai traslochi del mondo rurale, la tradizione si trasferì in città tanto che fino a pochi anni fa questa usanza era ancora viva a Bergamo e i traslochi si effettuavano proprio in questo periodo. Info e prenotazioni www.propolisbg.org

r.clemente

© riproduzione riservata