Giovedì 19 Giugno 2008

A Endine un polo scolastico per la formazione internazionale

A Endine un polo scolastico per la formazione internazionale. La giunta provinciale ha approvato, su proposta dell’assessore all’Edilizia Marcello Moro, il progetto definitivo e il protocollo d’intesa tra Provincia e Agorà, per la ristrutturazione e il recupero funzionale del complesso del Patronato San Vincenzo di Endine Gaiano. La struttura infatti diventerà un polo scolastico per la formazione internazionale. La spesa complessiva, di 3.280.000 euro, sarà suddivisa tra Diocesi (1.550.000 euro) e Regione Lombardia (1.250.000 euro) che trasferirà il finanziamento alla Provincia di Bergamo, promotrice del progetto. «La Società Consortile Agorà - ha spiegato l’assessore Marcello Moro - si è costituita con l’obiettivo di avviare e gestire centro internazionale di formazione e sviluppo per attivare iniziative di collaborazione internazionale e di formazione scolastica e professionale nell’immobile di proprietà del Patronato San Vincenzo di Endine Gaiano. L’attività del “Centro Internazionale di formazione e sviluppo” prevede la definizione di iniziative di collaborazione internazionale e di formazione scolastica e professionale, in relazione alle quali la Provincia di Bergamo è chiamata a svolgere una funzione di indirizzo, di impulso e di supporto». Diverse le finalità del progetto, tra cui adeguare le competenze e le conoscenze dei formatori di paesi esteri, attivando una rete di collaborazione internazionale per la formazione e lo sviluppo; creare un centro di accoglienza destinato a supportare, contestualmente alle attività di cooperazione internazionale in campo di formazione, tutte le iniziative di tirocinio e di formazione attive sul territorio bergamasco, che vedono coinvolti soggetti o persone provenienti da paesi esteri; creare un centro per lo sviluppo di attività formative rivolte a soggetti provenienti da paesi extra Ue, con particolare riferimento ai paesi del Nord Africa, ed ai paesi in attesa di adesione all’UE, con particolare riferimento all’est europeo.(19/06/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata