Lunedì 24 Marzo 2008

Aborto, salvati 1.700 bambini

Sono 1.719, per l’esattezza, le culle salvate dal Cav (Centro di aiuto alla vita) di Bergamo, in quasi 30 anni di attività di volontariato con le donne in difficoltà. Oggi sono soprattutto le straniere a bussare alla porta del centro per chiedere un sostegno.

L’accoglienza è la priorità più urgente per donne che vivono la maternità in situazione di disagio e clandestinità. Il lavoro nell’ultimo anno è cresciuto: le nuove gravidanze sono state 286, a cui vanno aggiunte 189 madri per un totale di 475 donne in difficoltà.

Sempre più giovani le minorenni, la più piccola ha 14 anni e in tutto sono una decina. Proprio come la ragazza di Pordenone che ha chiesto l’intervento dell’avvocato per poter tenere il suo bimbo contro la volontà dei genitori.

(24/03/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata