Martedì 18 Ottobre 2011

Acquistare casa in sicurezza
Incontri e un sito web di aiuto

Acquistare una casa è un investimento importante, che va fatto in tutta sicurezza e tranquillità. Per questo Regione Lombardia, Consiglio notarile di Milano e Agenzia del territorio hanno organizzato, per il quinto anno consecutivo, «Comprar casa senza rischi»: una serie di incontri gratuiti e aperti al pubblico, che si svolgeranno a Palazzo Lombardia dal 25 al 28 ottobre.

OBIETTIVO IMPORTANTE
- «Così come il lavoro - ha spiegato Zambetti -, la casa rappresenta uno degli obiettivi più importanti per ogni famiglia. Tuttavia accedere a un mutuo comporta importanti sacrifici, visto anche il grave momento di difficoltà economica che stanno attraversando le famiglie, i redditi fermi e i tassi applicati non sempre favorevoli». Disagio per l'acquisto della casa, ma anche per il suo affitto, cui Regione Lombardia da tempo risponde con atti concreti.

ESPERTI A DISPOSIZIONE
- I temi delle quattro giornate di «Comprar casa senza rischi» sono stati presentati dal presidente del Collegio notarile di Milano Domenico De Stefano e dal direttore generale per la Lombardia dell'Agenzia del Territorio Maurizio Orsini. I focus saranno dedicati al «Percorso per comprar casa senza rischi: dalla proposta al rogito» (25 ottobre, ore 17.30); a «Finanziare l'acquisto della casa: come orientarsi tra i mutui» (26 ottobre, ore 17.30); a «Mutuo o affitto: opportunità e rischi» (27 ottobre, ore 17.30) e a «L'edilizia residenziale pubblica. Le misure di sostegno di Regione Lombardia» (28 ottobre, ore 14.30). Sarà anche possibile prenotare on line la consulenza gratuita di un notaio attraverso il portale del Consiglio notarile di Milano: www.comprarcasasenzarischi.it.


Intanto Il costo delle abitazioni continua ad aumentare e questo ha spinto Regione Lombardia ad attivare, nel 2000, contributi per l'acquisto della prima casa e il Fondo sostegno affitti per coloro che non riescono a pagare il canone di locazione imposto dal libero mercato. Misure che, nel 2010, sono state affiancate dal sostegno economico per i lavoratori che hanno ricevuto un provvedimento di sfratto o che hanno perso il lavoro. «In 10 anni dunque - ha sintetizzato Zambetti - per l'accesso alla casa privata sono stati erogati oltre 265 milioni di euro. E 60.000 famiglie hanno potuto contare sul nostro aiuto per sostenere l'affitto, grazie a un contributo complessivo di circa 735 milioni di euro».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata