Addio a Gualtiero Marchesi Grande maestro della cucina italiana

Addio a Gualtiero Marchesi
Grande maestro della cucina italiana

Addio a Gualtiero Marchesi, il grande maestro della cucina italiana, uno degli chef più conosciuti al mondo. Marchesi, che avrebbe compiuto 88 anni il prossimo 19 marzo, era malato da tempo.

È stato l’inventore dell’alta ristorazione in Italia. Negli anni Settanta e Ottanta ha contribuito a lanciare il cibo made in Italy nel mondo. Primo italiano con tre stelle Michelin, primo cuoco ad aprire una scuola di alta specializzazione, soprattutto il primo a portare innovazione nei piatti della tradizione italiana. Quasi i più grandi nomi della cucina si sono ispirati a lui. Tra i suoi allievi più noti ci sono Mirella Porro, Enrico Crippa, Carlo Cracco, Antonio Ghilardi, Ernst Knam, Karsten Heidsick, Lucia Pavin, Alessandro Breda, Andrea Berton, Paola Budel, Pietro Leemann, Paolo Lopriore, Michel Magada, Vittorio Beltramelli, Marco Soldati, Antonio Poli, Davide Oldani.

Nel 2008 ha riconsegnato le tre stelle michelin affermando: «Ciò che più m’indigna è che noi italiani siamo ancora così ingenui da affidare i successi dei nostri ristoranti – nonostante i passi da gigante che il settore ha fatto – a una guida francese. Che, lo scorso anno, come se niente fosse, ha riconosciuto il massimo punteggio a soli 5 ristoranti italiani, a fronte di 26 francesi. Se non è scandalo questo, che cos’è?” e aggiunge: “Quando, in giugno, polemizzai con la Michelin lo feci per dare un esempio, per mettere in guardia i giovani affinché capiscano che la passione per la cucina non può essere subordinata ai voti. So per certo, invece, che molti di loro si sacrificano e lavorano astrattamente per avere un stella. Non è né sano, né giusto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA