Adesso la notizia è ufficiale: salvo il commissariato di Treviglio

Adesso la notizia è ufficiale:
salvo il commissariato di Treviglio

l commissariato di polizia di Treviglio è salvo. Le segreterie nazionali dei sindacati di polizia giovedì hanno incontrato il vice capo di polizia prefetto Alessandro Marangoni e Roberto Sgalla, dirigente centrale delle specialità (polizia ferroviaria, stradale e postale).

Oggetto dell’incontro era la discussione del piano di rimodulazione dei presidi e specialità sul territorio nazionale. Piano che, nella bozza presentata a febbraio, prevedeva la chiusura del commissariato di Treviglio. N ella nuova versione del documento di cui si è discusso giovedì non è, invece, più disposta la chiusura di nessun commissariato.

La città di Treviglio e più in generale la Bassa possono, quindi, cantare vittoria per il mantenimento di un presidio considerato fondamentale per garantire la sicurezza su un territorio sempre più strategico dal punto di vista economico grazie alle grandi infrastrutture da cui è interessato. Ma, pure, sempre più investito da fenomeni criminali anche di stampo mafioso.

Per Daniele Bena, segretario regionale Silp-Cgil, ora è il momento di compiere un ulteriore passo ossia potenziare il commissariato. «È importante che venga inviato nuovo personale perché un commissariato a mezzo servizio non serve a nessuno : occorrono operatori per poter effettuare il turno di volante sulle 24 ore: oggi non si è in grado di garantire tale servizio la notte e spesso neanche la sera».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 09/11/2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA