Aeroporti, tra Bergamo e Milano prove tecniche di integrazione

Aeroporti, tra Bergamo e Milano
prove tecniche di integrazione

Sea e Sacbo hanno dato mandato all’Università degli Studi di Bergamo il compito di valutare la possibilità della costituzione di un unico soggetto a cui conferire, anche indirettamente, le gestioni degli aeroporti di Malpensa, Linate e Orio al Serio.

La valutazione prevede l’analisi dello scenario di riferimento macro e microeconomico, l’analisi di contesto normativo nazionale e comunitario, delle condizioni di miglior sviluppo sostenibile, ambientale e territoriale, l’analisi degli elementi di autonomia gestionale rispetto all’attuale configurazione, degli assetti azionari, pubblici e privati. E ancora: l’analisi degli elementi di convenienza economico-finanziaria e delle potenzialità di posizionamento di mercato, oltre al piano industriale. Il referente è il rettore dell’Università di Bergamo, Stefano Paleari, direttore scientifico di Iccsai, il Centro per la ricerca sulla competitività aeroportuale. «Si apre una prospettiva interessante sulla quale ragionare – ha dichiarato Miro Radici, presidente di Sacbo – L’incarico al professor Paleari ci mette nelle condizioni di valutarla col massimo di competenza e di serenità».

«È un passo importante - ha commentato il presidente di Sea, Pietro Modiano - da cui può scaturire, e io me lo auguro, quel processo di integrazione del sistema aeroportuale lombardo che mi pare quanto mai necessario per valorizzare le rispettive infrastrutture nel rispetto dei territori».

«Ringrazio Sea e Sacbo e i rispettivi azionisti, per la fiducia accordatami – ha dichiarato Stefano Paleari, rettore dell’Università di Bergamo -. Studierò le possibilità alla luce della situazione e delle prospettive del trasporto aereo e delle istanze raccolte dagli stakeholders. Mi auguro che il lavoro che verrà svolto, possa essere un elemento di chiarezza e un’opportunità di crescita nell’interesse di tutte le parti».

«L’ipotesi di aggregazione tra Sea e Sacbo, benché tutta da valutare nei risvolti industriali e di governance, rappresenta un passo in avanti verso il sistema aeroportuale lombardo ed il suo ulteriore sviluppo» commenta l’assessore regionale alla Mobilità, Alessandro Sorte: «L’eccellenza dell’aeroporto bergamasco ed il suo ruolo consolidato nel mercato low cost, la grande potenzialità di Malpensa verso i mercati intercontinentali e dell’oriente, rappresentano una prospettiva straordinaria. Regione Lombardia sta lavorando per completare le connessioni ferroviarie degli scali aeroportuali, un passaggio importante per dare al sistema il ruolo che merita in Europa. Resta aperta la possibilità, tutta da valutare, che la Regione Lombardia possa esercitare un ruolo propulsivo nella governance del sistema, acquisendo una quota del gruppo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA