Venerdì 03 Aprile 2009

All'ospedale di Romano
nuovi reparti e day hospital

L’ospedale di Romano punta a un potenziamento con la realizzazione di un nuovo reparto di lungodegenza post-acuti con 30 posti letto e la sistemazione dei day hospital oncologico, diabetologico e ostetrico-ginecologico in uno spazio ristrutturato di 750 metri quadrati mentre sono arrivati nuovi medici e paramedici e sono stati acquistate nuove apparecchiatura come la risonanza magnetica.

Lo ha confermato Cesare Ercole direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Treviglio nel corso di un incontro promosso dallaLega Nord di Romano dedicato al tema del futuro del nosocomio cittadino. Al tavolo dei relatori anche il capogruppo leghista in consiglio regionale Stefano Galli, il segretario sezionale e candidato sindaco a Romano, Mario Suardi, il capogruppo consiliare e candidato al collegio provinciale di Romano, Romualdo Natali che ha ricordato le 13 mila firme a suo tempo raccolte per la salvaguardia e il potenziamento dell’ospedale cittadino.

L’ospedale di Romano ha i conti in equilibrio sostanziale con un incremento delle attività:le prestazioni ambulatoriali sono passate dalle 733 mila del 2007 alle 749 mila del 2008 mentre le persone che si sono presentate al pronto soccorso sono state 18.866 nel 2007 e 22.600 nel 2008. Nel periodo 2008-2010 gli investimenti sull’ospedale di Romano sommano a oltre 8 milioni e 800 mila euro;oggi si sta lavorando alla nuova collocazione della chirurgia generale che sarà pronta entro quest’anno, mentre entro il 31 ottobre prossimo si procederà all’appalto per il nuovo reparto di lungodegenza post-acuzie e la nuova sede dei day hospital.

Il direttore generale ha confermato poi che alla fine di aprile la PET da 1 .600.000 euro per l’oncologia , acquistata grazie al contributo dei Comuni della Bassa, sarà operativa presso l’ospedale di Treviglio.

e.roncalli

© riproduzione riservata