Finisce la fuga del terrorista di Barcellona Media spagnoli: «Ucciso dalla Polizia»

Finisce la fuga del terrorista di Barcellona
Media spagnoli: «Ucciso dalla Polizia»

Younes Abouyaaqoub, il 22enne marocchino killer di Barcellona, è stato ucciso a Subirats, a nord di Barcellona.

L’uomo aveva indosso una cintura esplosiva. Lo ha riferito la tv pubblica Rtve e la notizia è stata confermata. In precedenza La Vanguardia aveva scritto che l’uomo era stato arrestato a Sant Sadurní d’Anoia. Uno degli arrestati collabora con gli inquirenti, mentre l’imam presunto leader della cellula jihadista sarebbe morto.

Il terrorista è stato bloccato a Sant Sadurní d’Anoia, non lontano da Barcellona. 22 anni, era alla guida del furgone assassino sulla Rambla. Il ministero dell’interno catalano aveva diffuso nuove fotografie: «Chiediamo l’aiuto della cittadinanza per trovarlo».

Secondo la tv pubblica catalana Tv3 il killer prima di essere ucciso avrebbe gridato «Allah è grande». Si attende una conferma ufficiale da parte delle autorità catalane. L’uomo, secondo la tv pubblica Rtve, indossava una apparente cintura esplosiva, ma non è ancora chiaro se era vera o falsa come quelle dei 5 terroristi che venerdì notte hanno attaccato il lungomare di Cambrils


© RIPRODUZIONE RISERVATA