Arzago, ok all’allevamento di visoni Il Tar sospende diniego del Comune

Arzago, ok all’allevamento di visoni
Il Tar sospende diniego del Comune

Un allevamento di visoni anche ad Arzago. Lo potrà avviare Giovanni Santinelli dopo che il Tar di Brescia ha emanato un’ordinanza che sospende il diniego da parte del Comune nei confronti della sua richiesta di inizio attività presso la cascina Santinelli.

Richiesta presentata oltre un anno fa. Il Tar ha anche fissato per l’aprile 2015 la data dell’udienza dalla quale scaturirà la decisione definitiva, ma con la cosiddetta «sospensiva» l’aspirante allevatore ha di fatto già vinto.

«Qualora Santinelli voglia iniziare l’attività di allevatore di animali da pelliccia - spiega il sindaco di Arzago Gabriele Riva - lo può fare. Sostanzialmente il Tar dice che in mancanza di una legge nazionale un Comune non può impedire l’avvio di un’attività come questa. Noi, nel nostro Pgt, abbiamo inserito invece la norma in base alla quale sono permessi sul territorio comunale solo gli allevamenti per animali a scopo alimentare oppure a scopo di compagnia. Sapevamo che il diniego alla richiesta di Santinelli avrebbe trovato difficoltà in sede legale. Volevamo però dare un segnale, tenendo la barra dritta rispetto al nostro strumento urbanistico e provando ad essere più vincolanti della legge nazionale».

Santinelli è pronto ad iniziare la sua nuova attività avviando un allevamento con 2.500 capi. «Presumo di poter cominciare - dice - ma comunque, in questa vicenda, il Comune mi ha fatto perdere un anno e mezzo. Ho perso dei soldi. Chi mi paga questi danni? Li sto quantificando, poi vedrò se fare o meno causa al Comune».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 09/11/2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA