Mercoledì 17 Aprile 2013

Asse, si finisce il 6 maggio
Si lavora per 15 ore al giorno

Lunedì 6 maggio è il giorno entro cui dovrebbero essere completati i lavori sull'Asse interurbano, tra Treviolo e Bonate Sopra, permettendo di ritornare a viaggiare a due corsie per senso di marcia. E senza buche, stavolta.

La conferma è arrivata dall'incontro di ieri tra Provincia, Anas, che è il committente dei lavori, e impresa: il cronoprogramma per ora è rispettato.
Via Tasso ha voluto fare il punto ieri anche in seguito a segnalazioni arrivate dagli utenti della strada sull'andamento del cantiere.

«L'impresa ha lavorato sabato dalle 6 alle 16, non domenica, quando si è lasciata "maturare" la calce appena posata». I lavori procedono per circa 15 ore al giorno (6 giorni su 7, ha chiarito l'Anas in una nota): dalle 6-6,30 del mattino, fino alla serata (lunedì si è finito alle 21,30). A quanto è emerso, non si opererà su tutte le 24 ore (come si era invece ipotizzato per alcune fasi), anche per motivi di disturbo: il conglomerato arriva da un vicino impianto, e il passaggio in notturna di mezzi pesanti nell'abitato creerebbe altre difficoltà.

Nel frattempo martedì semafori lampeggianti e viaggi a vista di vigile: è la soluzione sperimentata dalle 7 alle 9 sul tratto della ex statale Briantea che va dalla Villa Mapelli fino a Curno, per garantire il miglior scorrimento possibile dei veicoli. Ai crocevia di Ponte San Pietro (Zecchetti), Curno (via Buelli), Mozzo (via Mozzo) e sul passaggio pedonale delle Crocette, i semafori hanno solo lampeggiato e gli incroci sono stati presidiati dagli agenti delle Polizie locali di Ponte, Curno e Mozzo. Questa operazione andrà avanti sino a venerdì.

Tutti i particolari su L'Eco inedicola mercoledì 17 aprile

a.ceresoli

© riproduzione riservata