Astino, ecco la Valle della biodiversità Sabato navette gratuite con Atb - Video

Astino, ecco la Valle della biodiversità
Sabato navette gratuite con Atb - Video

Inaugurata nella mattinata del 14 maggio la sezione di Astino dell’Orto Botanico di Bergamo.

Oltre 1.500 le specie vegetali, tra cui venti varietà di patate presenti, come l’olandese Monnalisa, la Blu di Valtellina o la precoce di Prettigovia, una patata marrone chiaro a forma di topo, proveniente dal cantone svizzero dei Grigioni. All’inaugurazione hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco Giorgio Gori e l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi.

Il museo all’aperto si può visitare tutti i giorni fino ad ottobre (maggio-agosto 9-12, 15-19, a settembre fino alle 18, a ottobre fino alle 17, ingresso libero). A due passi dal monastero si sviluppa un chilometro di biodiversità con centinaia di varietà.

E dopo l’inaugurazione , domenica 17 maggio gli agricoltori che hanno sottoscritto la Carta etica di Astino coltivando solo con il metodo biologico, si presentano al territorio.

Il ricco calendario (completo sul sito www.ortobotanicodibergamo.it) prevede due giornate: sabato alla sezione di Colle Aperto un laboratorio di fisica delle piante (alle 15 e 17) e una visita interattiva all’Orto (sabato dalle 16.30). Domenica ci si sposta ad Astino, alla Cascina Mulino per un laboratorio di macrofotografia, di chimica vegetale, la storia di frutta e verdura, conferenza sulla nascita dell’agricoltura, giochi a staffetta per partecipare alla costruzione del nuovo Orto Botanico, picnic con i Gas (gruppi di acquisto solidale) e punti di ristoro. Per i laboratori è gradita la prenotazione.

Atb in occasione della riapertura al pubblico di Astino ha istituito un servizio di collegamento tra il centro della città e l’ex monastero. Un percorso dedicato, studiato da Atb in collaborazione con il Comune di Bergamo, per facilitare il collegamento, incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico e favorire la viabilità: all’andata si parte dalla fermata di Porta Nuova (Cappello d’Oro) e si prosegue alla Stazione (fermata linea 1 lato FS), in via Carducci (Auchan), al parcheggio della Croce Rossa Italiana (Loreto), in via Lochis (Campo Sportivo) e infine ad Astino.

Il percorso del ritorno con direzione centro città, si snoda lungo lo stesso asse rispettando quasi tutte le fermate del tragitto di andata: Astino, la fermata alla Chiesa di Longuelo, il parcheggio della Croce Rossa Italiana (Loreto), via Carducci (Auchan), Porta Nuova (Cappello d’Oro) e arrivo in Stazione alla fermata della linea 1, lato FS.

La linea di collegamento, nominata «Expo-Astino», è attiva ogni sabato e domenica a partire dal 16 maggio 2015, dalle ore 10 alle ore 20, con un autobus ogni 20 minuti in partenza dalla fermata di Porta Nuova e Astino (alle 00, 20 e 40 di ogni ora).

Sabato 16 maggio, in occasione della riapertura dell’antico complesso di Astino e dell’avvio del collegamento, ATB offre a tutti i cittadini la gratuità del viaggio.

Da domenica 17 maggio il servizio è a pagamento e utilizzabile con i biglietti del sistema tariffario Atb - la fermata di Astino è inclusa nella zona urbana -, acquistabili alle rivendite autorizzate, alle emettitrici automatiche o tramite l’app Atb Mobile.

Tutte le informazioni anche su www.atb.bergamo.it.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 15 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA