Domenica 11 Novembre 2007

Atalanta-Milan, gara sospesa dopo 7 minuti
Pre-partita infuocato, due agenti feriti

La partita Atalanta-Milan è stata interrotta dopo 7 minuti di gioco dall’arbitro Massimiliano Saccani di Mantova per il tentativo di alcuni tifosi atalantini di infrangere le vetrate che separano la curva atalantina dal campo di gioco. Poco dopo la gara è stata sospesa definitivamente. Tifosi a volto coperto hanno quasi completamente distrutto un barriera di vetro, inducendo alcuni giocatori dell’Atalanta a correre ai piedi della gradinata per cercare di riportare la situazione alla normalità. I giocatori dell’Atalanta sono andati a parlare con i tifosi per cercare di farli ragionare ma intanto le due squadre sono rientrate negli spogliatoi.IL PREPARTITAPre-partita infuocato allo stadio comunale di Bergamo, dopo la notizia dell’uccisione di un tifoso della Lazio in un Autogrill vicino ad Arezzo, per un colpo di arma da fuoco che sembra partito dall’arma di un agente della Polstrada. Negli scontri tra ultras e forze dell’ordine sono rimasti feriti due agenti. Secondo una prima ricostruzione, gli incidenti sono iniziati intorno alle 13, quando un gruppo di ultras atalantini ha preso a sassate una jeep della polizia in viale Giulio Cesare, a poche centinaia di metri dallo stadio. A bordo del mezzo, che era in movimento, c’erano i due poliziotti rimasti feriti. Poco dopo sono iniziati gli scontri veri e propri. Anche gli ultras milanisti, secondo le prime, sommarie informazioni, hanno aggredito le forze dell’ordine: dal treno che li stava portando a Bergamo avrebbero fatto partire una sassaiola contro gli agenti della Polfer approfittando di una sosta del treno nella stazione di Treviglio. Ci sarebbero dei contusi. Non c’è stata invece partecipazione degli ultras milanisti agli scontri in vicinanza dello stadio. I tifosi rossoneri sono arrivati in gruppo sul piazzale poco prima delle 14, in un momento di calma su cui grava però una forte tensione.(11/11/2007)

e.roncalli

© riproduzione riservata