Sabato 20 Maggio 2006

Atalantini, protesta davanti all’Accademia Gdf

Circa 150 tifosi dell’Atalanta hanno inscenato una protesta davanti alla sede dell’Accademia della Guardia di finanza, a Bergamo in via Statuto. Con slogan e scritte hanno preso di mira il generale Francesco Attardi, attuale comandante dell’Accademia ed ex vicecapo dell’ufficio indagini della Federcalcio, indagato dalla Procura di Napoli per i suoi legami con l’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi. Con questa iniziativa - che secondo la Questura non era stata preannunciata - i tifosi bergamaschi hanno reclamato pulizia e lealtà nel mondo del calcio. È stato esposto uno striscione di una ventina di metri nel quale era scritto che «Non è mai troppo Attardi per ripulire questo calcio. Vergogna». Sono spuntate scritte «Vergogna» anche sul selciato e alcune torce sono state lanciate all’interno del cortile dell’Accademia. Tutto si è svolto, secondo la Questura, in maniera pacifica: una gran parte dei partecipanti, alla vista delle auto della polizia, si è allontanata. È stato anche distribuito un volantino contro il sistema nel quale «erano coinvolti magistrati, giornalisti, poliziotti e generali della Gdf a servizio del boss juventino. Tutti hanno umiliato milioni di tifosi». La Questura non esclude nuovi blitz dei tifosi: le forze dell’ordine sono in allerta.(20/05/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata