Badanti, otto su 10 sono in nero

Indagine Caritas: nella Bergamasca sono 8.500, solo 1.500 hanno un contratto L’Apicolf: Italia fanalino di coda in Europa per il versamento dei contributi

Badanti, otto su 10 sono in nero

Un universo quasi completamente straniero, dominato dalle immigrate dell’Est, e che lavora in «nero»: è quello delle badanti che accudiscono i nostri anziani.

Mentre l’Apicolf rende noti i nuovi contratti in vigore da marzo, Marco Zucchelli anticipa i dati di uno studio Caritas con i Centri di Ascolto: a Bergamo e provincia le badanti sono tra 7.000 e 8.500, oltre l’80% in nero, 1.500 a contratto.

E l’Apicolf sottolinea: Italia fanalino di coda in Europa nel versamento dei contributi.

L’inchiesta su L’Eco di Bergamo di lunedì 12 marzo.

(12/03/2007)

© RIPRODUZIONE RISERVATA