Balzer, spiraglio sulla trattativa Perolari: proprietà disponibile

Balzer, spiraglio sulla trattativa
Perolari: proprietà disponibile

Se fino a mercoledì le storiche porte di Balzer sembravano destinate a chiudersi a doppia mandata, la notizia di oggi è che – forse – qualche spiraglio è rimasto ancora vivo.

Nella serata di mercoledì infatti, all’ora in cui al bancone di uno dei locali più storici di Bergamo si stava servendo uno degli ultimi aperitivi (la chiusura è prevista per domenica 30), è intervenuto Francesco Perolari, amministratore delegato dell’«Immobiliare Fiera», proprietaria dell’immobile che ospita Balzer. Perolari ha voluto rispondere alle dichiarazioni di Giovanni Barghi, titolare di Codesa che si è ritirato dalla trattativa per rilevare lo storico locale suscitando la dura reazione dei dipendenti Balzer: mercoledì mattina hanno scioperato per un’ora e nel pomeriggio si sono resi protagonisti di un presidio di fronte alla Prefettura insieme a Fisascat-Cisl.

«L’interruzione delle trattative – ha dichiarato Perolari in un comunicato – non è stata causata dall’ammontare del canone, in relazione al quale l’intesa era stata già raggiunta, tra l’altro favorita dalla disponibilità della proprietà a ridurre ulteriormente il canone di locazione della prima annualità. Sono invece emerse difficoltà per effetto di condizioni, invero inattese, imposte, all’ultimo, da Codesa stessa afferenti richiesta di assunzione da parte della proprietà di responsabilità relative, tra le altre, agli impianti. Ebbene, tali clausole, in precedenza non prospettate, non sono state ritenute suscettibili di accettazione in quanto all’Immobiliare della Fiera, anche in ragione della ristretta tempistica dettata da Air Chef (gestore uscente) e Codesa, non è stata data la possibilità di verificare gli impianti. Appare opportuno evidenziare che le parti avevano già ipotizzato un intervento di revisione ed eventuale ottimizzazione degli impianti presenti nelle unità, da effettuarsi agli inizi del 2016, contestualmente alla ristrutturazione dei locali stessi, e ciò anche al fine di consentire, come espressamente richiesto da Codesa, una continuazione dell’attività senza interruzioni. In tal contesto la società proprietaria aveva, inoltre, anticipato la disponibilità a sospendere il pagamento del canone durante i lavori di ristrutturazione».

Perolari si è dichiarato disponibile a un incontro con Codesa e Air Chef per la ripresa delle trattative. Le parti dovrebbero incontrarsi venerdì mattina di fronte al sindaco Giorgio Gori con Fisascat Cisl che ha minacciato azioni molto forti nel caso in cui non si riesca ad evitare la chiusura di Balzer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA