Barcellona, la seconda vittima italiana È il 25enne Luca Russo, ferita la fidanzata

Barcellona, la seconda vittima italiana
È il 25enne Luca Russo, ferita la fidanzata

Luca Russo, la seconda vittima italiana dell’attentato di Barcellona, abitava a Bassano del Grappa (Vicenza). Di Bassano anche la fidanzata, rimasta ferita.

Luca Russo, 25 anni, era originario di Marostica e abitava a Bassano del Grappa (Vicenza). Si era laureato in Ingegneria all’università di Padova. Il suo ultimo messaggio su Facebook è del giugno scorso e oggi appare profetico: «Nasciamo senza portare nulla, moriamo senza portare via nulla. Ed in mezzo litighiamo per possedere qualcosa». Il giovane lavorava in una azienda del padovano ed era fidanzato con Marta Scomazzon, una concittadina rimasta ferita nell’attentato di Barcellona.

La prima vittima italiana identificata è Bruno Gulotta, residente a Legnano, in Lombardia. Era in vacanza nella città catalana con la moglie e i figli.

«Confermiamo le due vittime italiane. Siamo in contatto con i loro familiari e li stiamo assistendo. Ci sono tre feriti, due dei quali sono stati dimessi. La terza, Marta, è la fidanzata di Luca Russo, ancora ricoverata per alcune fratture, ma è non in condizioni gravissime». Lo afferma il capo dell’Unità di Crisi della Farnesina Stefano Verrecchia al Tg1.


© RIPRODUZIONE RISERVATA