Barriere architettoniche, 5 stelle all’attacco «Bergamo, serve un piano per eliminarle»

Barriere architettoniche, 5 stelle all’attacco
«Bergamo, serve un piano per eliminarle»

Mozione dei consiglieri Fabio Gregorelli e Marcello Zenoni.

La mozione, indirizzata alla presidente del Consiglio comunale Marzia Marchesi e al sindaco Giorgio Gori chiede l’«adozione del piano di eliminazione delle barriere architettoniche (Peba)».

Il testo della mozione parte citando l’articolo 16 della Costituzione che garantisce il diritto alla mobilità di ogni cittadino e la legge 18/2009 che ha fatto sì che in Italia entrasse in vigore la Convenzione Onu riguardante i diritti delle persone con disabilità. Poi si entra nello specifico di Bergamo: «Già nei mesi precedenti - scrivono i 5 stelle - avevamo presentato un’interrogazione riguardante l’accessibilità del Teatro Donizetti e ci sono pervenute numerose segnalazioni riguardanti altri punti della città che presentano barriere architettoniche».

L’ultima segnalazione riguarda l’Auditorium di piazza della Libertà: «Nella serata del 13 maggio ci siamo recati Auditorium - scrivono i consiglieri, che alla mozione allegano la lettera di un cittadino in proposito - per verificare personalmente la situazione e , con nostro grande rammarico, abbiamo constatato con l’addetto preposto il malfunzionamento del servoscala. Da qui la richiesta a sindaco e Giunta di «avviare immediatamente ogni attività necessaria a giungere all’adozione del Piano di eliminazione delle barriere architettate», considerato anche che «l’esigenza di accessibilità e percepita anche dal comparto turistico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA