Venerdì 08 Agosto 2014

Benigni: «In piazza della Libertà spazi di aggregazione per i giovani»

Il palazzo di piazza della Libertà
(Foto by Foto Frau)

Giovedì 7 agosto il sindaco Giorgio Gori insieme all’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti, ha fatto un sopralluogo a Casa della Libertà per verificarne lo stato e valutarne le potenzialità. «Bene l’interesse del sindaco dimostrato per questa struttura di proprietà del Demanio – spiega Stefano Benigni, consigliere comunale di Forza Italia – Già mesi fa, in campagna elettorale, avevo sollevato la questione della necessità di una valorizzazione attenta di questo palazzo di quasi 9000 metri quadri per lo più inutilizzati».

«Avevo in tal senso già avanzato delle proposte quali quella di realizzare una grande area, sull’esempio del Centre Pompidou di Parigi, dedicata ad esposizioni artistiche di vario genere, destinando poi una serie di spazi da affidare ad enti e associazioni, secondo appropriati bandi, affinché li utilizzino per realizzare laboratori e corsi di formazione».

«Mi auguro, dunque – prosegue Benigni – che la visita del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura sia la dimostrazione della volontà di agire in maniera concreta per lavorare subito ad un piano che sia in grado di superare i problemi burocratici legati al fatto che la proprietà è ancora del Demanio, come ha fatto brillantemente l’amministrazione Tentorio con Sant’Agata. Allo stesso tempo Forza Italia è pronta ad un serio e costruttivo dialogo perché non si releghi Casa della Libertà a mero palazzo di uffici, ma al contrario torni ad essere lo spazio che era stato concepito dai suoi progettisti: un luogo d’aggregazione, con l’intento di incentivare i giovani a ritornare a vivere il centro e la città e di avvicinarli agli eventi culturali realizzabili in questi locali. La Casa della Libertà, si trova nel cuore della nostra città; trovo sia giusto e doveroso che un palazzo simile sia sfruttato e vissuto dall’intera cittadinanza, non da pochi impiegati statali».

© riproduzione riservata