Bergamo, domenica di sole in centro «Su 50 negozi solo 2 erano aperti»

Bergamo, domenica di sole in centro
«Su 50 negozi solo 2 erano aperti»

C’era il sole e tanta gente a spasso per Bergamo domenica mattina. Ma su 50 negozi solo 2 erano aperti. Non è un modo produttivo e stimolante per gestire il centro.

È il commento del nostro lettore Matteo. «Ho vissuto per 30 anni in città, ora vivo a Stezzano da 12, ma mi considero ancora un cittadino - scrive in una email alla redazione -: giro parecchio per lavoro ed ho l’opportunità di vedere tante città, e di conseguenza faccio un confronto con la mia. Purtroppo mi rendo conto che abbiamo un potenziale enorme ma siamo rimasti fermi , non c é stato nessun progetto per cercare di risolvere i problemi di viabilità, di parcheggi, di strutture eccetera».

«Stamane alle 9,30 (domenica mattina, ndr) sono partito da casa per fare un giro in centro per vedere un po’ di negozi e magari fare shopping: sono transitato per via Paglia, via Ghislanzoni, Porta Nuova, Papa Giovanni, d’Alzano. Questo giro l’ho fatto ben 2 volte per cercare parcheggio, ma nulla».

Una panoramica dall'alto di piazza Matteotti e via XX Settembre

Una panoramica dall'alto di piazza Matteotti e via XX Settembre

«Alla fine sono andato a parcheggiare nel parcheggio sotterraneo a pagamento. Alle 10,25 però me ne sono andato sconsolato, dopo aver passeggiato per XX Settembre, Sant’Orsola, Sant’Alessandro, Borfuro, Zambonate: perché su 50 negozi ce ne erano aperti solo 2. Vergognoso».

«Penso che questo non sia un modo produttivo e stimolante per gestire il centro di Bergamo, considerando che era domenica mattina e di gente in giro ne ho vista parecchia , favorita dalla bella giornata. I commercianti si lamentano in continuazione, ma poi non sono disposti ad investire; odiano i centri commerciali, ma poi non offrono gli stessi orari e servizi».

«Serve un cambio di mentalità importante - conclude Matteo - importante. Serve coraggio e voglia di fare. Restando fermi alle tradizioni, chiusi nella mentalità provinciale e bigotta finiremo per diventate una città priva di attrazioni e divertimenti. Sveglia.
Grazie e cordiali saluti».

Tu sei d’accordo con Matteo? Faccelo sapere commentando la notizia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA