Bergamo e la moneta elettronica
Ecco come partecipare al progetto

Cashless City è un progetto di sensibilizzazione e familiarizzazione con il pagamento elettronico, che nasce dalla volontà di dimostrare che il gap italiano in questo settore è colmabile.

Bergamo e la moneta elettronica Ecco come partecipare al progetto

È stato presentato mercoledì 1° aprile a Palafrizzoni ed è un progetto promosso da CartaSi, Banco Popolare, Mastercard, UBI Banca, Visa e Comune di Bergamo. Cashless City intende promuovere l’uso del pagamento elettronico a partire dalla città di Bergamo, partner della fase di lancio del progetto.Per farlo si cercano 10 pionieri di questa città del futuro, 10 persone che sperimentino un nuovo approccio al pagamento, senza contanti, che vivano due settimane prediligendo il pagamento elettronico.

Il bando è dedicato ai cittadini di Bergamo e resterà aperto fino al 15 aprile. Partecipare è molto semplice! Basta compilare un modulo on-line.I pionieri della Cashless City dovranno aiutare a spiegare, raccontando la loro esperienza perché in una città come Bergamo ci sia resistenza alla diffusione della carta di credito nei pagamenti di tutti i giorni.I candidati selezionati avranno a disposizione 500 euro da spendere in due settimane.

In seguito alle due settimane, la città vedrà attivarsi altri strumenti di familiarizzazione con il pagamento elettronico: questa fase sarà solo il primo momento di una campagna di sei mesi dedicati alla Cashless City, nella città di Bergamo. Obiettivo di Cashless City è dimostrare che, se c’è collaborazione tra Pubblica Amministrazione, sistema bancario e imprese, è possibile rendere i pagamenti elettronici di uso quotidiano, aumentandone sensibilmente l’incidenza che, in Italia, si attesta al 14,3% contro il 31,8% dei «grandi d’Europa» (Germania, Gran bretagna, Spagna, Francia), con punte del 46,8% % per i «top performers»: Norvegia, Svezia, Finlandia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA