Mercoledì 06 Febbraio 2008

Bergamo, nuovi percorsi ciclabili

Nuovi percorsi ciclabili in arrivo in città. I lavori prendono il via da giovedì 7 febbraio quando saranno consegnati e avviati (salvo avverse condizioni meteorologiche) i cantieri. Si comincerà da via Frizzoni, con un collegamento fino a via Tremana

L’elenco completo degli interventi:
- da Via Frizzoni a Via Tremana attraverso le vie Pitentino, Giulio Cesare e Ponte Pietra;
- Via Pizzo Redorta: da Via Borgo Palazzo a Via Daste e Spalenga;
- Via Borgo Palazzo: da Via G. Gritti a Via A. Piatti.
- Via B. Bono: da Via Borgo Palazzo a Via Pinamonte da Brembate e Via Pinamonte da Brembate;
- Viale Papa Giovanni XXIII: da P.le G. Marconi (Stazione FF.S.) alla chiesa Madonna delle Grazie;
- Via Paleocapa: da Via Paglia a Via Quarenghi, con continuazione in Via San Giorgio: da Via Quarenghi a Via Simoncini;
- Via Mai: da V.le Papa Giovanni XXIII a Via Foro Boario e dal Distributore Agip sino alla Via Pinamonte da Brembate.

Ai fini di consentire l’uso delle biciclette i lavori riguarderanno l’allargamento dei marciapiedi per il raggiungimento delle misure previste dalle normative e la collocazione della segnaletica verticale e orizzontale. Le opere comprenderanno anche interventi volti al miglioramento della sicurezza stradale; in particolare in via Pizzo Redorta e via Tremana verranno realizzati alcuni incroci e attraversamenti rialzati. Infine, in prossimità dell’ingresso del liceo scientifico Lussana, è previsto l’allargamento del marciapiedi e il riposizionamento dell’attraversamento pedonale.

La progettazione e direzione lavori - spiega una nota del Comune - è stata affidata alla Domus Engineering di Brusaporto. L’Impresa appaltatrice dei lavori è: Doneda di Brembate. L’Impresa Subappaltatrice è la Samaf di Gorle. I lavori prevedono un durata di 120 giorni e saranno avviati da via Tremana. Il progetto esecutivo dei lavori, approvato con deliberazione della Giunta comunale, comporta una spesa complessiva di 500.000 euro, distinta in 396.669,94 per opere a base d’appalto (di cui 11.553,49 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso di gara) e 103.330,06 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione Comunale.

(06/02/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata