BergamoScienza, venerdì si parte Ma che ci fa un mozzicone in piazza?

BergamoScienza, venerdì si parte
Ma che ci fa un mozzicone in piazza?

3, 2, 1…Ai blocchi di partenza per l’inizio di BergamoScienza! Venerdì 3 ottobre è il giorno del gran debutto per BergamoScienza. La manifestazione sarà inaugurata alle 17 al Teatro Sociale, con un dialogo con Sydney Brenner, premio Nobel per la Medicina nel 2002

Suo interlocutore sarà Ferruccio de Bortoli direttore del Corriere della Sera. Un’ occasione importante che accompagna l’uscita del libro Le forme della vita. Scienza e bellezza nelle lezioni dei Nobel realizzato dall’Associazione BergamoScienza e da Rcs. Al Teatro Sociale, alle ore 21, Brenner aprirà il Festival con la 2° Levi Montalcini’s Lecture, in onore della scienziata presidente onorario di BergamoScienza. Nella conferenza «Biologia umana: il futuro della ricerca biomedica», il biologo sudafricano ci parlerà, in particolare, della sequenza del genoma umano, degli studi su “il suicidio programmato delle cellule” che consente alla vita di continuare e permettono di comprendere l’origine di molte malattie genetiche e di tumori.

Nel frattempo fervono i preparativi. Un mozzicone di sigaretta gigante giovedì mattina sembra essere piombato dal cielo per spegnersi su piazza Vittorio Veneto. Una provocazione? Un monito? Per rispondere a queste domande abbiamo interpellato Ines, una delle segretarie organizzativa del festival, che abbiamo colto super indaffarata nel gestire le ultime prenotazioni.

Piazza Vittorio Veneto e il mozzicone gigante

Piazza Vittorio Veneto e il mozzicone gigante

Ma c’è un’altra grandissima sorpresa anche in piazza della Libertà: la coda di una mastodontica balena s’immerge nella piazza ormai trasformata in una distesa marina. Gli abissi ospitano anche pesciolini colorati e un’altra balenottera ma questa volta è..rosa! Nei prossimi video scopriremo perché. Ora andiamo a vedere insieme tutte queste belle novità!


© RIPRODUZIONE RISERVATA