Berlusconi telefona a Treviglio: «Basta tasse, torno in campo»

Berlusconi telefona a Treviglio:
«Basta tasse, torno in campo»

Il collegamento telefonico in diretta da Arcore del presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi ha caratterizzato domenica mattina 23 novembre a Treviglio il convegno dei forzisti contro gli aumenti della tassazione sugli immobili.

L’annunciato discorso dell’ex presidente del Consiglio ha catalizzato l’attenzione dei numerosi presenti ed è durato esattamente ventidue minuti, chiudendo l’iniziativa dopo gli interventi dei vari relatori, tra i quali l’onorevole Mariastella Gelmini. Un Berlusconi ben disponibile a trattare il tema della casa oltre ad annunciare il suo ritorno in campo una volta ottenuta la pronuncia di non retroattività della legge Severino, in base alla quale il Senato aveva votato la sua decadenza dalla carica di senatore.

«Basta tasse! Basta tasse sulla casa, che non è un lusso, ma un diritto» questo il tema del convegno andato in scena all’Ariston Multisala, sul quale Silvio Berlusconi ha detto la sua: «Per noi la casa sempre è stata sacra, il pilastro sui cui ogni padre e ogni madre hanno il diritto di costruire la sicurezza del futuro, per sé, figli e nipoti. Noi l’abbiamo sempre rispettato come concetto e abbiamo abrogato l’Ici, l’imposta comunale sugli immobili. Questo governo ha invece fatto il contrario - ha evidenziato - e anche i precedenti non eletti dai cittadini».

Silvio Berlusconi ha poi garantito l’intenzione di tornare nuovamente in campo: «Anche per un fatto personale: io non posso pensare di terminare così la mia avventura umana, imprenditoriale, di uomo di Stato, di sport e padre, devo finirla in modo chiaro, nello splendore della considerazione di quello che ho fatto per tanta gente e l’Italia, quando sono stato al governo». Da qui l’intenzione di rifondare, ricostruire e rinnovare Forza Italia.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 24/11/2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA