Bimba di 4 anni cade dal 4° piano Si salva  finendo su una macchina

Bimba di 4 anni cade dal 4° piano
Si salva finendo su una macchina

Salvata dall’auto dei vicini dopo un volo dal quarto piano. La piccolina precipitata mercoledì sera 22 aprile dal terrazzo del suo appartamento a Sarnico deve ringraziare la basculante del garage sotto i balconi del condominio di via Cortivo 9.

Si apre a fatica e così la Megane Scenic della famiglia che abita al primo piano resta sempre parcheggiata fuori. Ieri intorno alle 20 proprio questa macchina grigio metallizzata ha attutito la sua caduta, inspiegabile e terribile. Ancora non è chiaro perché la bambina, che è di origini centrafricane, ha cinque anni e frequenta la scuola materna in paese, abbia oltrepassato la ringhiera precipitando a terra.

La Renault Megane Scenic sulla quale è caduta la bimba di 4 anni

La Renault Megane Scenic sulla quale è caduta la bimba di 4 anni
(Foto by San Marco)

Spaventosa l’altezza dalla quale è iniziata la sua caduta - una dozzina di metri almeno - e proprio per questo pare ancora più benedetta la coincidenza che sotto di lei si trovasse parcheggiata l’auto dei vicini di casa. Violento l’impatto contro la monovolume: la bambina, dopo essere precipitata sulla macchina, è infatti stata sbalzata a terra. Ma le condizioni in cui è giunta al Papa Giovanni di Bergamo, trasportata a bordo dell’ambulanza della Croce Blu di Sarnico, hanno stupito gli stessi soccorritori: la bimba era cosciente e non è stato necessario intubarla. Inutile dire che, data la gravità dell’incidente, alla bimba sia stato assegnato il codice rosso e i medici si siano riservati la prognosi.

La palazzina dalla quale è caduta la bimba di 4 anni

La palazzina dalla quale è caduta la bimba di 4 anni
(Foto by San Marco)

La mamma era uscita per andare a comprare il kebab per la cena con l’altro figlio più piccolo, mentre il papà era al lavoro, in una ditta di guarnizioni. Entrambi si sono precipitati a casa dopo una telefonata e ora, oltre al peso dell’angoscia, hanno quello di dover spiegare perché mai la loro figlia se ne stessa a casa sola.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola giovedì 23 aprile 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA