Bolletta dell’acqua, sarà la nuova Imu? L’Appe: il costo è raddoppiato dal 2011

Bolletta dell’acqua, sarà la nuova Imu?
L’Appe: il costo è raddoppiato dal 2011

La bolletta dell’acqua sarà la nuova Imu? Se lo domanda il vicepresidente di Appe Confedilizia, Alessio Agliardi , che ha verificato il raddoppio del costo dal 2011 al 2014.

«Il rischio, o forse la certezza - scrive Agliardi in un comunicato -, è che essendo Uniacque fuori dal perimetro della Pubblica Amministrazione e, quindi, del patto di Stabilità, i nostri politici la vogliano caricare di costi e competenze che erano in capo ai Comuni, spostando sulla bolletta dell’acqua parte delle tasse ed aumentando in modo non più sopportabile il costo per i cittadini».

Il vicepresidente dell’Appe, associazione che raggruppa i piccoli proprietari immobiliari, ha fatto due conti: «Constatando che il costo dell’acqua è aumentato dai circa € 0,65 euro al metro cubo del 2011 (gestione BAS SII) ai circa € 1,30 dell’attuale gestione Uniacque».

Un rubinetto dell'acqua

Un rubinetto dell'acqua

In questi giorni si discute dell’ennesima riforma delle tasse locali per avere una tassa unica sulla proprietà immobiliare.« Il timore - spiega Agliardi - è che non solo le tasse non verranno diminuite, né nel numero ne negli importi, ma ve ne saranno di nuove mascherate sotto altri nomi».


Altri approfondimenti su L’Eco di Bergamo in edicola il 20 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA