Bossetti incontra il figlio maggiore «Tornerò a casa presto»

Bossetti incontra il figlio maggiore
«Tornerò a casa presto»

Ha incontrato il figlio maggiore, di 13 anni, insieme alla moglie Marita. un abbraccio e molte lacrime per Massimo Bossetti che già in passato aveva chiesto un incontro con i figli.

Ogni volta che si parla dei suoi figli, dicono che scoppi a piangere e le parole gli si soffochino in gola. Una richiesta da padre fatta fin dall’inizio e negli oltre tre mesi di isolamento nel carcere di via Gleno.

Giovedì mattina è successo: Massimo Bossetti ha potuto ricevere la visita del figlio maggiore, 13 anni, accompagnato dalla madre Marita. L’abbraccio, le lacrime, un incontro toccante e commovente, soprattutto se visto con gli occhi di un ragazzino di scuola media, che non può far altro che credere nell’innocenza di suo padre, nonostante l’indizio del dna che lo inchioda all’accusa di aver ucciso Yara Gambirasio.

In un fermo immagine tratto da un video della polizia il 19 giugno 2014 Massimo Giuseppe Bossetti trasferito in carcere

In un fermo immagine tratto da un video della polizia il 19 giugno 2014 Massimo Giuseppe Bossetti trasferito in carcere

«Tornerò presto a casa», avrebbe detto Bossetti al ragazzo, forse sperando che nella prossima udienza al Tribunale della libertà, il 14 ottobre, i giudici gli concedano almeno gli arresti domiciliari.

E proprio sull’udienza un dato è certo: Massimo Bossetti ci vuole andare. Vuole essere presente – e ne ha diritto – all’udienza in camera di consiglio davanti ai giudici del Tribunale della libertà, chiamati a pronunciarsi sull’appello presentato dagli avvocati difensori contro l’ordinanza con cui il gip Maccora ha rigettato la prima istanza di scarcerazione.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 3 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA