Lunedì 01 Gennaio 2007

Botti di fine anno: due feriti lievi a Bergamo

A Capodanno inizia la conta dei feriti per i botti della notte di San Silvestro. Stando alle prime indicazioni non si registrano comunque casi gravi sia in città che in provincia. Chi ha festeggiato a suon di petardi e lanci di razzi l’ultimo giorno dell’anno, ha adottato ogni precauzione per evitare incidenti. Al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Bergamo si sono rivolte due persone che presentavano ustioni e ferite dovute ai botti: una al volto, l’altra ad una mano. Sono state medicate e hanno potuto far ritorno a casa. Almeno una ventina invece i casi di intossicazione alcolica. Qualcuno ha lasciato passare la sbornia a letto, altri hanno preferito telefonare o rivolgersi al medico. Nel complesso dunque una notte tranquilla. A Bergamo è da registrare all’una e 30 una incidente al rondò di via Carducci, coinvolta un’auto con a bordo una intera famiglia: il tutto si è risolto con una ferita lieve e ammaccature varie alla vettura.
In Italia sono stati in numero inferiore allo scorso anni i feriti per lo scoppio di botti nella notte di San Silvestro: i feriti gravi, con prognosi di guarigione superiore ai 40 giorni, sono stati 29 a fronte dei 28 dello scorso anno, ai 33 del 2005 e ai 39 del 2004, mentre i feriti lievi sono stati 497 contro i 555 dello scorso anno, i 517 del 2005 e i 545 del 2004. (01/01/2007)

e.roncalli

© riproduzione riservata