Brebemi, accordo sui terreni espropriati «Presto riprenderanno i pagamenti»

Brebemi, accordo sui terreni espropriati
«Presto riprenderanno i pagamenti»

La società di progetto Brebemi Spa e il proprio contraente generale Consorzio Bbm (costituito da Pizzarotti & C. spa e Consorzio Cooperative e Costruzioni Ccc Società Cooperativa, imprese socie della stessa Brebemi), hanno definito «un accordo per individuare i termini e le modalità che possano assicurare la copertura finanziaria delle procedure di esproprio» relative alla realizzazione del collegamento autostradale A35.

Riprenderanno a breve, spiega Brebemi, i pagamenti a favore dei proprietari delle aree interessate dal collegamento autostradale, sebbene sia pendente da un anno e sette mesi il riequilibrio economico finanziario spettante a Brebemi ai sensi di legge e della Convenzione Unica di concessione.

«L’impegno della società di progetto Brebemi Spa., rappresentata dal p Francesco Bettoni e dall’amministratore delegato Claudio Vezzosi, testimonia ancora una volta la sensibilità verso la tutela dei diritti e degli interessi del territorio su cui è stata realizzata la A35», si legge in una nota diffusa dalla società il 7 luglio.

«Soddisfazione» è stata espressa dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Alessandro Sorte. «Abbiamo mantenuto gli impegni con gli agricoltori - ha spiegato Sorte - grazie al lavoro della Regione, che si sta battendo perché anche il governo faccia la sua parte nel piano finanziario della società».

«Brebemi ha lavorato bene, con determinazione – ha concluso Sorte – e oggi, con la soluzione del problema espropri gestito con lungimiranza anche dai creditori, l’impegno è tutto rivolto al consolidamento dei flussi di traffico, cresciuti sensibilmente con l’apertura della Tangenziale Est Esterna di Milano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA