Martedì 27 Maggio 2014

Brembate Sopra, una stele per Yara

«Segno di luce per non dimenticare»

La collocazione della stele dedicata a Yara nell’oratorio

Non chiamatelo monumento, piuttosto un segno di luce per non dimenticare. La parrocchia di Brembate Sopra ha deciso di ricordare Yara Gambirasio con una stele in vetro.

L’iniziativa si inserisce all’interno della Settimana della vita promossa dall’oratorio, che proseguirà fino a domenica al motto di «Vivere la vita come un dono».

A benedire l’opera dell’artista Carmelo Brembilla, di Bergamo, collocata nel piccolo giardino dell’oratorio, interverrà il vescovo di Bergamo Francesco Beschi giovedì alle 21,30 in oratorio.

«Non lo chiamerei monumento ma un segno di luce, di speranza e di riflessione per le parti di testo che sono state “inserite” nel corpo stilizzato della ginnasta e tratte dai quattro quadernoni messi nella parrocchiale (dal giorno dopo il rapimento fino al ritrovamento del corpo di Yara), sui quali la gente ha scritto riflessioni e pensieri – spiega il parroco don Corinno Scotti –. Ho voluto che si collocasse questo segno per ricordare la giovane Yara, in accordo con i genitori. La mia preoccupazione era che questo fatto venisse dimenticato e si facesse finta che non fosse successo niente».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 27 maggio

© riproduzione riservata