Brucia un tetto anche a Mapello Comun Nuovo, sfollati al palazzetto

Brucia un tetto anche a Mapello
Comun Nuovo, sfollati al palazzetto

Attimi di paura - dopo il rogo di Comun Nuovo - per un incendio scoppiato martedì sera anche a Mapello: qui le fiamme hanno distrutto una porzione di tetto di una palazzina abitata da sette famiglie.

Da Mapello la chiamata ai vigili del fuoco è arrivata alle 20,45: fiamme si levavano dal tetto di un condominio di tre piani in via Scotti. Sono stati alcuni passanti a dare l’allarme.

Sul posto la centrale operativa dei pompieri ha inviato quattro squadre: due da Bergamo e le altre due da Dalmine e Madone. L’incendio, secondo gli elementi raccolti dai pompieri intervenuti, dovrebbe essersi originato dalla canna fumaria dell’appartamento mansardato, l’unico dei sette che compongono la palazzina ad essere dichiarato inagibile. La signora che lo abita, la scorsa notte ha dovuto quindi trovare ospitalità da parenti.

Comun Nuovo conta i danni del rogo

I pompieri in azione a Comun Nuovo

I pompieri in azione a Comun Nuovo
(Foto by Yuri Colleoni)

Intanto Comun Nuovo conta i danni del rogo che ha costretto a far sfollare 24 persone, sette delle quali rimaste senza casa. «Dovremo fare il punto della situazione. Di certo il Comune non si tirerà indietro nel dare il suo appoggio».

Con queste parole l’assessore alla Sicurezza, Angelo Provenzi, si dichiara disponibile a dare un aiuto alle sette persone. L’amministrazione comunale martedì, subito dopo l’incendio, ha messo a disposizione la sede della Protezione civile e il palazzetto per ospitare in via provvisoria gli sfollati che più tardi hanno potuto rientrare in casa.

I pompieri controllano i tetti dopo l’incendio

I pompieri controllano i tetti dopo l’incendio

A una eventuale esigenza abitativa il Comune potrà rispondere con un appartamento di sua proprietà, che solitamente lasciato libero per essere utilizzato nei casi di emergenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA