Bruxelles, esplosione in stazione  In azione un kamikaze - Foto

Bruxelles, esplosione in stazione
In azione un kamikaze - Foto

Un’esplosione si è verificata verso le 21 di martedì 20 giugno. Un uomo potrebbe aver avuto una cintura esplosiva. Due linee della metropolitana sono state chiuse, scene di paura. Nessun ferito tra i civili.

Una piccola esplosione e alcuni colpi d’arma da fuoco sono stati uditi nei pressi della stazione centrale di Bruxelles, non lontano dalla Grand-Place intorno alle 21 di martedì 20 giugno. I media parlano di un uomo con uno zaino che è stato «neutralizzato», ma ancora non è chiaro se sia stato ucciso o ferito. Con sè aveva esplosivo che ha fatto saltare, ma anche in questo caso non è accertato se fosse in una cintura o nascosto dentro un trolley. L’uomo, secondo testimoni, avrebbe urlato «Allah akbar», «Allah è grande».

Iil kamikaze avrebbe fatto detonare la carica quando ha capito di essere stato individuato dai militari che poi gli hanno sparato. L’esplosione ha provocato panico e scene di terrore nella stazione: non ci sono fortunatamente feriti tra i civili.

La stazione centrale di Bruxelles è stata evacuata, la polizia afferma che la situazione è sotto controllo. Fermate due linee di metropolitana a scopo precauzionale.

Inoltre, non appena si è sentito il rumore dell’esplosione, la Grand Place si è svuotata in pochi secondi, secondo quanto riferisce un ristoratore della zona mentre le forze dell’ordine e i militari hanno perquisito la stazione per capire se nella struttura sono presenti altri esplosivi.

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA